Più del 15% delle malattie croniche sono causate dalla qualità dell’aria secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

L’inquinamento domestico è ancora oggi un problema troppo sottovalutato, soprattutto se consideriamo che trascorriamo la maggior parte del tempo in ambienti chiusi addirittura più inquinati di quelli esterni, dove si nascondono sostanze chimiche che provocano varie patologie.

Tanti appartamenti sono quattro volte più inquinati che l’incrocio più trafficato a Milano.

mal di testaOgni giorno siamo esposti a contaminanti biologici, emissioni chimiche provenienti dai processi di combustione ma non solo. Sotto analisi, anche i materiali di arredi e finiture, da pavimenti e rivestimenti a intonaci e vernici, infissi e serramenti e, non ultimi, gli impianti.

La qualità dell’aria dipende da scelte e comportamenti consapevoli: dalla ventilazione alle finiture ecologiche.

 

  1. Aerare frequentemente.
  2. Evitare l’uso di detersivi, detergenti, insetticidi, antimuffa e deodoranti spray per la casa con sostanze inquinantiche possono sprigionarsi nell’
  3. Inserire piante per purificare l’aria e ossigenare l’ambiente.
  4. Combattere l’elettromagnetismo soprattutto nella zona di notte.
  5. Arredare con materiali ecologici.
  6. Applicare pitture a basso contenuto di VOC (composti organici volatili).
  7. Posare i pavimenti a secco.

Eccovi sette idee per combattere l’inquinamento dell’aria in casa:

  1. Aerare frequentemente

Formaldeide, benzene, ammoniaca, tricloroetilene ma non solo; secondo uno studio condotto nel 2016 dalla George Washington Università, sono 45 le sostanze chimiche dannose che circolano ogni giorno nell’aria che respiriamo in casa.

La prima e più semplice azione, fondamentale per diminuirne la concentrazione, è legata alla ventilazione degli ambienti.
Aprire le finestre almeno 2-3 volte al giorno per almeno 30 minuti permette non solo di dissipare queste componenti ma anche di evitare temperature e livelli di umidità troppo alti.

 

  1. Evitare l’uso di detersivi, detergenti, insetticidi, antimuffa e deodoranti spray per la casa con sostanze inquinanti che possono sprigionarsi nell’aria.inquinamento casa

È importante quindi leggere le etichette quando si sceglie un detersivo, o meglio scegliere alternative ecologiche.

Ecco le sostanze da tenere maggiormente d’occhio:

Derivati del petrolio che quando si degradano possono portare alla formazione di sostanze altamente nocive, come il benzene e il fenolo.
Candeggianti al cloro che possono concorrere a formare composti cancerogeni e ingeriti sono un veleno.
Decalcificanti: sono tutti composti da diversi acidi, tutti fortemente dannosi per la salute e inquinanti.

Attenzione poi agli ingredienti dei vari detergenti: 2-butossietanolo (pericoloso per gli occhi, può attaccare i globuli rossi se messo a contatto con la pelle), formaldeide, benzeneecloroformio, nonylphenol ethoxylate, dietilenglicolemonoetiletere tra i più inquinanti.
http://www.donnamoderna.com/casa/pericoli-inquinamento-domestico/photo/detersivi-inquinamento-attenzione-sostanze

 

prodotti saniCome pulire casa senza utilizzare i soliti prodotti anticalcare, grassatore, pulisci vetri, forno, superfici, ammorbidente, brillantante, smacchianti etc.

Si può fare di tutto e di più con aceto, acido citrico, bicarbonato, limoni, percarbonato di sodio e acqua distillata.

http://www.vivicomemangi.it/come-pulire-casa-senza-andare-al-supermercato/

 

  1. Applicare pitture a basso contenuto di VOC

Vernici, intonaci e pitture sono fra i materiali edili con il più alto rischio di diffusione di VOC, i composti organici volatili, possono provocare effetti sulla salute sia acuti, a breve termine, che cronici, a lungo termine. Composti Organici Volatili (VOC) sono un insieme di sostanze in forma liquida o di vapore, con un punto di ebollizione che va da 50-100 °C a 240-260 °C. Il termine “volatile” sta ad indicare la capacità di queste sostanze chimiche ad evaporare facilmente a temperatura ambiente. I VOC sono più di 300.

  1. Inserire piante virtuose

Alcune piante da appartamento svolgono una specifica attività di depurazione dell’aria.vivere sani in casa

C’è un motivo in più per circondarsi di piante da interni in casa e in ufficio, oltre a trattenere l’umidità e abbellire gli ambienti coi loro splendidi colori e le forme aggraziate, riescono anche a purificare l’aria, eliminando le tossine nocive e gli inquinanti che minacciano la nostra salute.

La dracena dal bel fogliame ha bisogno di illuminazione media e di buona umidità. Alcune specie di dracena vengono chiamate comunemente ‘tronchetto della felicità. Sono efficaci nell’assorbire il tricloroetilene contenuto in olii, lacche e vernici, benzene, la formaldeide (cancerogena), sostanze emesse dai motori a combustione e da alcuni detergenti. In primavera la dracena diffonde un profumo intenso e piacevole.
Lo spatifilium. Pianta che predilige la penombra, richiede una regolare annaffiatura e vi delizierà coi suoi splendidi fiori bianchi, combattendo al contempo con efficacia tutti i principali composti organici volatili (VOC)
Il falangio o clorofito è una delle piante più efficaci contro formaldeide, xilene e benzene. Inoltre assorbe il monossido di carbonio di caldaie, fornelli e stufe.

  1. Combattere l’elettromagnetismo

Contenere i campi elettromagnetici in casa può essere una scelta di semplice buon senso. Dove ci sono dispositivi e installazioni di tipo elettrico (elettrodomestici, computer, tv, lampadine, ecc.) si generano campi elettromagnetici, è dunque consigliabile fare in modo di rendere la zona notte meno densa di apparecchi.

https://www.elettrosmog.it/strumentazione.html

  1. Arredare con materiali ecologicivivere sani in casa

Arredamenti ecosostenibili, quindi realizzati utilizzando legno lavorato con finiture atossiche, spesso a olio o cera, tessuti in fibre naturali, ante dei pensili a basso contenuto di formaldeide, piani di lavoro in materiali ecologici.

  1. Posare i pavimenti a secco

La posa a secco dei pavimenti, ottenibile soprattutto attraverso l’applicazione di sistemi a incastro, permette di evitare l’uso di colle e, quindi, contenere al massimo la dispersione di VOC.

 

http://www.independent.co.uk/news/health/cleaning-products-lungs-damage-cigarettes-smoking-20-day-scientists-warning-a8214051.html

 

Print Friendly, PDF & Email