Tanti pazienti vengono con dolore alla cervicale ma con diagnosi diverse: è artrosi, è una protrusione , è un’ernia cervicale, ma dopo tutte le terapie che hanno fatto non hanno ottenuto miglioramenti.

Per prima cosa bisogna sapere che l’artrosi cervicale non provoca dolore ma al massimo può limitarne  il movimento  però  senza doloreinvece le protrusioni non creano mai dolori o problemi e permettono di muoversi bene .

E’ utile sapere che tutte le ricerche scientifiche confermano che le protrusioni non provocano nessun dolore o limitazioni nei movimenti.

 

Quando un paziente flette la testa in avanti e dice ”ho dolore alla cervicale”  in realtà questo  problema deriva frequentemente da un blocco sacrale.  Mentre quando un paziente guarda in alto,  flette la testa all’indietro e  sente un dolore lungo il braccio e/o un formicolio oppure un  dolore tra le scapole allora sì, c’ e la probabilità di avere un’ernia cervicale .

Quindi è un test  molto facile da fare; se hai male al collo fai questi movimenti in avanti ed indietro e senti cosa succede.

Se giri la testa a destra e senti dolore a sinistra è più probabilmente un dolore fasciale

Se  giri la testa a destra e senti dolore a destra è un problema vertebrale.

Se invece girando la testa sempre a destra ma non completamente è l’atlante che ha un problema.

Con il metodo Sanrocco dopo tanti anni di osservazioni e analisi sui pazienti con problemi alla cervicale abbiamo scoperto più di duecento motivi diversi che possono causare dolore alla “cosidetta” cervicale.

 

Print Friendly, PDF & Email